giovedì 17 aprile 2008

Il quarto stato

Pellizza da Volpedo

E' cosi che dovrebbe essere e invece... ci dirigiamo ancora... per l'ennesima volta verso il buio... perchè non siamo più in grado di lottare... perchè non siamo più in grado di capire che senza sacrifici non si arriva da nessuna parte... che i risultati si vedono sul lungo periodo...perchè l'unica cosa che ci importa è la comodità e i soldi... tutto e subito...

5 commenti:

Ninfe ha detto...

Non sono molto d'accordo con te, gli italiani di sacrifici ne hanno fatti e fin troppi! se per te sacrificio significa morire per pagare i debiti, allora scusami, ma non credo che il precedente governo abbia fatto qualcosa; certo non sappiamo cosa farà il nuovo (di governo), ma credo che peggio di così non si può andare! per quando riguarda le comodità a cui ti riferisci, se non riuscire a pagare i mutui, bollette e avere a stento i soldi per mangiare, secondo te siano comodità, allora credo che tu non conosca affatto la vera realtà della situazione economica degli italiani. Ma li leggi i giornali, ascolti il telegiornale? Beh non ne sono molto sicura. Forse sei una di quelli che hanno i soldi e non si accorge delle difficoltà degli altri.
Perdonami, ovviamente non ti conosco, e non posso giudicarti, ho espresso solo il mio pensiero riguardo a questo post!
Non sempre sono d'accordo con Berlusconi, a volte è un pò troppo arrogante, ma ammiro la sua capacità di imprenditore, che forse con la politica non ha niente a che fare, ma è in gamba.

Calimero ha detto...

Il buco di miliardi di euro lasciato dal precedente governo belusconi e le innumerevoli multe che il nostro paese ha avuto a causa del suo non rispettare le normative europee ha costretto il successivo governo a prendere provvedimenti...
cmq... mi dispiace non sono una con i soldi se no mi sentirei tutelata da berlusconi sono una che ha iniziato a lavorare a 22 anni perchè ha visto i propri genitori ammalarsi per il troppo lavoro e non lo ha sopportato, sono una precaria laureata di 23 anni che insegue un sogno che forse non si realizzerà mai perchè sarà costretta a lasciare quello che le piace fare per andare verso qualcosa che le dia la possibilità di arrivare al 15 del mese e poter ancora mangiare...
non credo che i mezzi di comunicazione diano l'esatta visione di quello che sta succedendo ci fanno vedere quello che si vuole che si conosca perchè la metà di quelli che hanno votato berlusconi non sanno che tutti i punti della sua campagna elettorale sono confutabili con normative europee...
mi dispiace che tu non veda tutto questo...

Anonimo ha detto...

scusate qualcuno può spiegare la prima frase che berlusconi ha detto da quando è stato eletto...e cioè che gli italiani dovranno affrontare un periodo di sacrifici? ah...scusate...il tutto dopo aver spiattellato a destra e a manca che avrebbe fatto il ponte famoso e che avrebbe tolto l'ICI...dopo di che cerchiamo di smetterla di fare la guerra dei poveri e pensiamo solo che la politica la facciamo tutti e tutti i giorni ma...soprattutto...non si fa con le bandane e con la polemica antiquello e antiquesto....senza rendersi conto che ormai sopravviviamo da tempo...da quando qualcuno ha deciso che il precariato era uguale a creare posti di lavoro...baci a tutti
tatto& tatto

ziogino76 ha detto...

bellissimo il quadro che hai postato come immagine e il post è stupendo...peccato che non sia stato capito a quanto vedo,è un quadro pieno di emozioni e di significati ed invece vedo che si fa polemica stupida ed ancora di più si giudica entrando in un blog...se non ci piace un blog non siamo obbligati a commentare...si c'è libertà di opinione e di pensiero...ma senza giudicare e soprattutto portando rispetto quando si entra a casa di altri...girovagando per il web ci si imbatte in blog,siti o portali che non rispecchiano le nostre idee,ma si porta rispetto e se proprio non ci piace si esce senza bisogno di lasciare commeti con giudizi...cmq cali bellissimo questo post...baci

Il capostipite ha detto...

Cari miei naviganti abbiamo solo e semplicemente i politici che ci meritiamo....e la cosa più triste è che ci siamo abituati a tutto questo...ormai ci adeguiamo a tutto ciò che ci mettono sotto il naso...ed è questa la vera tragedia!!!SIAMO UN PAESE DI NON VEDENTI...con tutto il dovuto rispetto per chi è non vedente davvero!!!!saluti dal Capostipite